Sconsiglio vivamente
e non lo rileggerei

L’ultimo longobardo

scritto da Salvador Marco
  • Pubblicato nel 2006
  • Edito da Piemme
  • 365 pagine
  • Letto in Italiano
  • Finito di leggere il 25 febbraio 2007

È un romanzo storico, ambientato nell’anno 900, nella fase di disfacimento del mondo longobardo.
Il protagonista, Arechi, viene educato nella corte papale, diviene poi un potente signore di Cividale e ritorna alla corte papale come custode del soglio pontificio.
Conduce una vita di delitti e di intrighi per poi pentirsi in punto di morte.
Il libro è insulso.
Non esiste una caratterizzazione dei personaggi e dello stesso protagonista, che compie delle scelte inesplicabili, come l’abbandono, per gelosia, dell’amata moglie.
Non esiste, neanche, una reale ambientazione storica e le vicende si susseguono come fossero parte di una cronistoria, con alcune e frequenti scivolate verso l’orrido e le scontate visioni di una chiesa corrotta e segreta.

Altre recensioni che potrebbero interessarti

Divieto di soggiorno

Jebreal Rula

Che fare ?

Cernysevskij Gavrilovic Nikolaj

La Ciociara

Moravia Alberto