Sconsiglio vivamente
e non lo rileggerei

Leggere

scritto da Augias Corrado
  • Pubblicato nel 2007
  • Edito da Mondadori
  • 120 pagine
  • Letto in Italiano
  • Finito di leggere il 04 settembre 2008

Il libro vuole essere una via di mezzo tra l’elogio del libro, ossia della lettura, e il senso del leggere.
L’autore passa in rassegna numerosi autori e scritti per dimostrare infine come la scrittura riesca a rappresentare, in modo differente, situazioni e contesti apparentemente simili.
Inoltre leggere è un processo introspettivo mediante il quale le persone interpretano, in modo attivo, le suggestioni che emergono dalle vicende e dalle parole.
La scrittura è quindi il tramite tra una storia e la vita personale del lettore: più che capire lo scrittore, il lettore insegue un proprio percorso spirituale, che viene attivato e alimentato dalla lettura.
Del libro restano impresse due affermazioni, una dal punto di vista dello scrittore e l’altra dal punto di vista del lettore:dice Petrarca in Epistulae Familiares "io voglio che il mio lettore, chiunque egli sia, pensi solo a me.
..
io non voglio che nello stesso tempo faccia i suoi affari e studi, non voglio che si impadronisca senza fatica di ciò che non senza fatica io ho scritto";dice Machiavelli in una lettera a Vittori del 1513: "venuta la sera, mi ritorno in casa ed entro nel mio scrittoio.
..
e non sento per quattro ore alcuna noia; sdimentico ogni affanno, non temo la povertà; non mi sbigottisce la morte".
Il libro si legge in modo piacevole, ma appare un "po’ tirato", senza un reale filo conduttore.

Altre recensioni che potrebbero interessarti

Stamboul Train

Greene Graham

L'eredità delle dee

Tuckova' Katerina

Il sogno del Celta

Vargas Llosa Mario