Gradimento Medio
e non lo rileggerei

Fuori da un evidente destino

scritto da Faletti Giorgio
  • Pubblicato nel 2006
  • Edito da Baldini Castoldi Dalai
  • 495 pagine
  • Letto in Italiano
  • Finito di leggere il 09 agosto 2007

L’ambiente è una città americana nel territorio dei Navajos.
Jim, mezzo indiano e mezzo bianco, ritorna nella sua città per essere coinvolto in una serie di omicidi commessi da un’ombra vendicatrice, che era attivata da un suo avo indiano per vendicarsi di un eccidio commesso da alcuni avventurieri.
È un ritorno nel passato, sia quello lontano, che quello più vicino a Jim, legato alla sua infanzia e alla sua scelta di abbandonare la città natale.
La conclusione del libro è in parte ovvia, i colpevoli di ieri e di oggi vengono puniti, e in parte è amara, in quanto Jim deve sacrificarsi, uccidendosi, per interrompere la furia vendicatrice dell’ombra, che è la sua ombra.
La storia è troppo new age, così come lo è lo stile.
Ma il ritmo narrativo si mantiene sostenuto così da rendere la lettura piacevole e avvincente.

Altre recensioni che potrebbero interessarti

Io sono dio

Faletti Giorgio

Io uccido

Faletti Giorgio

Io sono dio

Faletti Giorgio